Il settore trasporti: opportunità per il 2017

Bruxelles, 8 febbraio 2017 – Si è svolta a Bruxelles presso la sede del Parlamento Europeo la conferenza dal titolo: “The transport sector: opportunities for 2017”, evento ospitato da Isabella De Monte, europarlamentare del Gruppo dell’Alleanza progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo, in collaborazione con il Centro Servizi per il Mare, una nuova realtà a Bruxelles, presentato dalla dottoressa Evelin Zubin, Direttore Generale e Presidente della Federazione Italiana Piccole e Medie Imprese.

L’onorevole Isabella De Monte nel suo discorso iniziale ha introdotto l’evento incentrato sulle opportunità, prospettive e sfide per il settore dei trasporti nel prossimo futuro ribadendo come il 2017 sia un anno importante per la realizzazione di infrastrutture innovative nella multimodalità negli Stati membri e in particolare in Italia. Ha inoltre introdotto le azioni in campo legislativo ed economico che l’Unione Europea intende portare avanti nel 2017 e che sono priorità del Semestre di Presidenza maltese; in particolare i nuovi meccanismi di finanziamento chiamati blending basati sulla combinazione di risorse a fondo perduto con strumenti finanziari della Banca europea degli Investimenti pubblicati proprio il giorno dell’evento dall’UE.

Le tematiche principali oggetto della conferenza sono state la sostenibilità ambientale, il cabotaggio e la digitalizzazione. Tutti gli intervenuti hanno sottolineato come la sostenibilità ambientale nell’ambito dei trasporti sia di massima priorità, Jockelyn Fajardo, Vice Capo di Gabinetto della Commissaria ai Trasporti Violeta Bulc ha evidenziato che sul tema della riduzione delle emissioni si sia entrati in una fase attuativa.

Michael Cramer già Presidente della Commissione Trasporti del Parlamento Europeo ha affermato che la strada è ancora lunga basti pensare che quello dei trasporti è l’unico settore in cui si è avuto un incremento di emissioni di CO2 rispetto, ad esempio, ad una riduzione del 38% nel settore industriale; confermando quanto sia necessario insistere sulla decarbonizzazione e sull’incentivazione di sistemi di trasporto sostenibili.

Enrico Puja Direttore Generale ha sottolineato come sia giusto spingere sull’uso di combustibili alternativi, in particolar modo fa riferimento al GNL, Gas Naturale Liquefatto, affermando che attualmente è di particolare importanza creare una rete infrastrutturale adeguata per questo combustibile; inoltre rimarca come l’Italia si sta muovendo in questo campo, anche con la presentazione di cinque progetti europei e uno nazionale sul GNL.

Il tema del cabotaggio è un altro tema sentito, Farrugia e Cramer parlano del problema del cabotaggio come una questione da risolvere. Servono regole uniformi in tutto il contesto europeo ed è necessario una semplificazione delle norme, vanno impiegati gli strumenti che sono a disposizione come il tachigrafo digitale. Il fenomeno del dumping va contrastato, ma senza pesare economicamente sui trasportatori.

Pugliese inizia il suo intervento sottolineando come le priorità del governo maltese siano le stesse priorità di quello italiano, sicuramente il fenomeno del cabotaggio è sviluppato e va contrastato con i giusti mezzi. Il tema della digitalizzazione è stato evidenziato da Kerr come uno strumento per migliorare l’efficienza della nave e per questo motivo deve essere resa operativa, riprende il tema della digitalizzazione Consoli che cita come esempio di digitalizzazione il tachigrafo smart.

Centro Servizi per il Mare, Isabella De Monte, opportunità, Parlamento Europeo, trasporti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *