Inaugurata con Pat Cox la nuova sede di Augusta, ponte tra Europa e Mediterraneo

Augusta, 20 febbraio 2018  – Nella sede di Augusta dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale, in presenza del Coordinatore Europeo del Corridoio TEN-T Scandinavo-Mediterraneo (ScanMed) Pat Cox, è stata inaugurata la sede italiana della Fondazione CS MARE che farà da ponte tra l’Europa, il Mezzogiorno e i paesi del bacino del Mediterraneo. Uno spazio dedicato sia alle istituzioni che alle imprese, per facilitare il dialogo e l’operatività con la governance dell’Ue per lo sviluppo e l’integrazione di una filiera logistica moderna ed efficiente nell’area Mediterranea: “Il Mediterraneo sarà al centro dell’agenda Ue dei prossimi anni, questa sede per l’intera area è già un ponte con l’Europa” ha ribadito il Coordinatore del Corridoio ScanMed.

L’apertura della sede di Augusta costituisce anche un primo passo concreto per contribuire attivamente al rilancio dell’area del Mezzogiorno, tramite la promozione di progetti di interesse strategico che generano valore per il territorio. “Nella lista europea delle opere di priorità la Sicilia non esiste. Il tasso di conversione delle proposte in progetti è talmente lento che la vostra Regione perde i fondi Ue, i numeri parlano da soli”. Il Coordinatore Europeo Pat Cox si è congratulato con la Fondazione CS MARE, per la sua attività di promozione e sostegno dei progetti italiani che hanno goduto dell’accesso alle risorse comunitarie.

 “Oggi che non ci sono più risorse per il pubblico e per il privato, l’unica via d’uscita è il lavoro in sinergia: il primo definisce le strategie e il secondo contribuisce, anche economicamente, ad avviare i progetti che una volta messi in rete restituiscono ricchezza”, ha sottolineato Francesco De Rosa, Responsabile dei rapporti con le associazioni di Consorzio 906. Come centro studi della Fondazione, Consorzio 906 collabora ogni giorno con i massimi esponenti dell’industria italiana per coordinare progetti di sistema come l’iniziativa GAINN, dedicata allo sviluppo della rete infrastrutturale e della filiera logistica sostenibile necessarie per la diffusione del gas naturale liquefatto (GNL) come combustibile alternativo per il trasporto.

“L’apertura della sede operativa ad Augusta ha un significato simbolico e strategico“,  ha aggiunto la Presidente della Fondazione Evelin Zubin, “perché la Sicilia può rappresentare il punto d’interconnessione di tutta l’area mediterranea, dove passa il 40% del traffico merci mondiale che oggi entra dal Canale di Suez ed esce dallo stretto di Gibilterra. Intercettarlo con un sistema integrato di porti e autostrade del mare vuol dire creare benessere per l’Europa e per l’intero sistema Paese. Come Fondazione crediamo che il rilancio dell’Italia passi dal Meridione e per questo vogliamo essere in prima linea per agevolare le imprese nell’accesso alle risorse dell’Unione Europea”.

Augusta, Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale, Europa, Evelin Zubin, Fondazione CS MARE, Pat Cox, ScanMed, UE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *