Inaugurato il primo distributore italiano pubblico di LNG, CS MARE e Liquimet in prima linea

(ANSA) Padova, 21 aprile 2017 – “Dal 2019 inizieranno ad operare nel Mediterraneo le prime grandi navi da crociera alimentate a Lng”, si tratta di “un vero volano e un’occasione irripetibile per l’Italia per far decollare la rete”.

Lo ha sottolineato Evelin Zubin, presidente del CSMare, l’organizzazione che a Bruxelles rappresenta i principali attori della logistica italiana, del trasporto marittimo e stradale e che ha patrocinato l’inaugurazione, all’Interporto di Padova, del primo distributore italiano mono-fuel pubblico di metano liquido in un centro intermodale.

La stazione Liquimet, società del Gruppo Gasfin, è un primo passo del progetto “Gainn4Dep”, iniziativa italiana per la realizzazione della rete nazionale Lng (gas naturale metano liquefatto) per il trasporto pesante; un progetto dal valore di 1,27 miliardi di euro. Contestualmente all’apertura della stazione Liquimet, Iveco ha anche consegnato 20 automezzi Stralis full-Lng ad Autamarocchi, mezzi che permettono lo stoccaggio del metano liquido in un serbatoio a pressione e a temperature assai basse, dotati di un sistema in grado di convertire il metano in gassoso per poterlo utilizzare come combustibile (aumentando così l’autonomia dei mezzi da circa 200 a 1500 chilometri).

Le stime prevedono che se l’intera flotta di circa 2000 automezzi/giorno che gravitano sull’Interporto di Padova si convertisse al gas, infatti, si otterrebbe un beneficio equivalente all’impianto di un bosco con 2 milioni di nuovi alberi.

ANSA, Autamarocchi, Centro Servizi per il Mare, distributore, Evelin Zubin, GNL, Interporto di Padova, Iveco, Liquimet, LNG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *